05 dicembre 2017

Lo scorso 27 Novembre presso l’Excelsior Hotel Gallia si è tenuta la serata di Gala per decretare i vincitori dell’edizione 2017 degli MFA - Mission Fleet Awards (https://missionfleetawards.it/) che ha visto OCME essere premiata nella categoria “Fleet manager dell’anno mobility e welfare del driver”.

MFA è il primo e unico premio italiano dedicato al settore delle flotte aziendali organizzato da una società editoriale. L’iniziativa mette in competizione, e in luce, i più importanti operatori del settore e i migliori Fleet Manager delle aziende, che vengono giudicati da referenti super partes (fleet manager ed esponenti della stampa specializzata).

Al conseguimento del titolo la giuria ha ringraziato Christian Marcello, Facility manager di OCME, congratulandosi in quanto

“Il progetto si integra perfettamente nel territorio, molto attento alle soluzioni alternative per la mobilità, sempre tenendo però il focus sul driver e sul welfare aziendale”.

MFA AWARDS

Christian Marcello - Facility manager di OCME durante la premiazione

 

“Questo riconoscimento è il frutto di numerosi anni di impegno e di sensibilizzazione dei dipendenti e della proprietà sul tema del trasporto responsabile” spiega Christian Marcello “Abbiamo, infatti, lavorato in partnership con aziende di trasporto locali e istituzioni pubbliche (Comune di Parma TEP e Infomobility) affinché ci fosse una riduzione del costo degli abbonamenti sui trasporti pubblici per incentivare i dipendenti ad utilizzare i servizi di trasporto pubblico.

Insieme a un programma di mobilità completo che mira ad aiutare i nostri colleghi a ridurre le emissioni di CO2 della loro macchina, abbiamo inoltre adottato la flotta aziendale di mezzi di trasporto più ecologici supportati da una colonnina di ricarico per mezzi a energia elettrica a disposizione ai veicoli privati dei dipendenti conseguendo un risparmio pari a 37% di tonnellate di emissioni di CO2 inferiore a confronto con la flotta precedente.”

L’impegno di OCME per la sostenibilità non si limita a questi temi che si inquadrano in una strategia di responsabilità ambientale che comprende anche la riduzione dei consumi e delle emissioni della sede di Parma nonché la riduzione dell’impronta ecologica derivante dalla gestione dei rifiuti in azienda.