palettizzazione e depalettizzazione

Orion

Orion | © OCME

Orion è il palettizzatore tradizionale in linea: l'ingresso del prodotto e la formazione dello strato avvengono nella stessa direzione di movimento. Questo palettizzatore a portale con ingresso in linea risponde alle diverse esigenze dei clienti Una soluzione sicura al 100% che combina alte prestazioni e grande risparmio energetico.

Orion | © OCME
Industry 4.0 ready
Completamente automatico
Macchina estremamente compatta e robusta
Alta velocità

Benefits di prodotto

HMI facile da usare
Ampia gamma di personalizzazione
Componenti di alto livello conformi ai più alti standard di sicurezza
Fino a -30% del consumo di energia
Macchina completamente azionata da motori brushless
Adatto a vari settori
Possibilità di trattare vari tipi di confezioni

Prodotti processati

Prodotti per il Tissue
Prodotti per il Tissue
Packaging secondario con film
Packaging secondario con film
Cartoni
Cartoni

overview

Progettato per velocità medio-alte, l'ingresso del prodotto può avvenire da basso livello (LF-N e Z) o da alto livello (HM-N), con pallet fisso (LF-N e Z) o mobile (HM-N).
Il modello Orion Z, derivato dal modello N, differisce da quest'ultimo solo per il sistema di spinta dello strato integrato nella macchina.

Una volta che lo strato è stato formato dall'unità di formazione Mizar, il prodotto sarà trasferito verso la macchina e posizionato sul pallet, con la possibilità di inserire tamponi piatti.

Il modello Orion Z deriva dal modello N con l'unica differenza del sistema di spinta dello strato integrato.

La velocità massima raggiungibile da Orion è di 600 strati/ora, nella variante HM-N (ingresso prodotto ad alto livello e pallet mobile). Invece, Orion N, con l'ingresso del prodotto a basso livello raggiunge una velocità massima di 300 strati/ora. 

Il modello Orion Z, con ingresso prodotto a basso livello e pallet fisso, raggiunge una velocità massima di 240 strati/ora.

Tutti i modelli Orion sono integrati con un sistema automatico di formazione dello strato (Mizar)

Option & schede prodotto

SISTEMA D'ALIMENTAZIONE AUTOMATICA PER LE INTEFALDE

Lo scopo dell'operazione è quello di inserire lo strato di intercalare nella posizione corretta nel minor tempo possibile e senza ostacolare il movimento di altri elementi come, ad esempio, il braccio del robot palettizzatore.
Il sistema garantisce una grande autonomia nell'alimentazione dell'intercalare ed è adatto sia agli impianti di palettizzazione tradizionali che a quelli robotizzati.

- Il pallet con i tamponi intercalari impilati viene posizionato sul trasportatore superiore

- L'elevatore a forbice solleva progressivamente la pila fino alla corretta posizione di presa

- La pinza interagente a colonna o di tipo robotizzato inserisce gli intercalari tra gli strati durante le fasi di palettizzazione

- L'elevatore a forbice scende al livello inferiore del trasportatore per espellere il pallet una volta terminati gli intercalari

- Guide laterali motorizzate autocentranti per falde intermedie

SISTEMA D'ALIMENTAZIONE AUTOMATICA PER LE INTEFALDE | © OCME

SISTEMA DI ALIMENTAZIONE DEI PALLET VUOTI

Il sistema di alimentazione dei pallet vuoti alimenta il palettizzatore con pallet vuoti, in modo che questo compito non debba essere svolto manualmente.

Il sistema è progettato per garantire la massima flessibilità in termini di variazioni delle dimensioni dei pallet. flessibilità in termini di variazioni delle dimensioni dei pallet.

Il sistema può essere utilizzato con 4 forche invece di 2, in modo da poter utilizzare le mezze palette (chiamate anche "demi-palette").

SISTEMA DI ALIMENTAZIONE DEI PALLET VUOTI

Testa di presa per prodotti instabili

Abbiamo una vasta gamma di applicazioni per le loro teste di presa robotiche.
Ogni soluzione è specificamente progettata per gestire il tipo di prodotto richiesto nel modo più efficiente.

Sistema di formazione degli strati MIZAR

La fase di rotazione dei pacchi e di formazione degli strati ha lo scopo di disporre i pacchi secondo una configurazione specifica necessaria per la successiva fase di palettizzazione, al fine di garantire la massima stabilità del pallet e il numero ottimale di prodotti/strato.

I manipolatori sono progettati per fornire un ingresso ad alte prestazioni a tutti i tipi di palettizzatori: 90°, in linea e con robot.
Il compito del manipolatore è quello di traslare e/o ruotare il prodotto per formare e compattare lo strato, minimizzando gli urti o le sollecitazioni, soprattutto per prodotti fragili o instabili.
Il sistema di formazione dello strato mediante manipolatori è flessibile ed estremamente preciso, può gestire qualsiasi tipo di confezione, anche la più delicata.
Esistono tre varianti di manipolatori: Manipolatori cartesiani, robot o a portale.
Tutte le versioni utilizzano teste di presa motorizzate brushless per garantire la massima precisione e un controllo ottimale della forza di serraggio.
Il nastro di formatura è azionato da motori brushless per garantire la massima stabilità dei pacchi.
Un significativo elemento di differenziazione dei manipolatori è l'accessibilità ad ogni zona del sistema: in caso di necessità, l'operatore può raggiungere qualsiasi punto per qualsiasi intervento nella massima sicurezza.

Sistema di formazione degli strati MIZAR

Program maker

Software che semplifica la creazione di programmi di palettizzazione grazie ad una struttura principalmente grafica.
Grazie all'ingegneria che sviluppa il software per i nostri prodotti e ad un dipartimento di ricerca e sviluppo dedicato, possiamo offrire un'interfaccia che permette al nostro cliente di creare e modificare i programmi di palettizzazione.
Questo sistema molto intuitivo permette di verificare le impostazioni di prelievo e deposito attraverso delle anteprime generate sullo schermo che mostrano il risultato delle impostazioni prima che la macchina venga avviata.
Partendo da due semplici informazioni, dimensione del pacco e tipo di pallet, il sistema genera una serie di schemi di palettizzazione che sono il punto di partenza per la scelta della sequenza desiderata.
Le anteprime 3D che accompagnano le impostazioni inserite facilitano la definizione del lavoro da svolgere e permettono di apportare modifiche e verificare il risultato in tempo reale.
Inoltre, la navigazione dell'interfaccia di programmazione è sequenziale, quindi è necessario completare tutti i passi per ottenere un nuovo programma di palettizzazione.

Program maker

brochure

Scarica
torna all'inizio